Ristorazione collettiva: come e perché passare al biologico (locale)?

ristorazione collettiva Expo2015 organic local
La ristorazione collettiva costituisce uno stimolo importante per passare ad un’alimentazione e ad un’agricoltura più sostenibile. A questo si legano diverse sfide ed aspetti dell’economia ambientale: la creazione di filiere, il legame con il territorio, la scelta dei prodotti (stagionalità, prossimità…). Molti dei partecipanti all’Expo universale 2015 metteranno in evidenza le loro iniziative in materia. Inoltre, l’offerta alimentare dei padiglioni e dell’organizzazione (Expo 2015) sarà sotto i riflettori: da dove verranno i prodotti (da lontano, da vicino, prodotti dell’industria agroalimentare, prodotti freschi lavorati)? Si tratterà di prodotti biologici? Come saranno confezionati? Saranno di stagione? Quale sarà il loro valore nutrizionale? Expo 2015 ha inviato a tutti i paesi partecipanti delle linee guida per l’adozione di criteri di green procurement, che tengono anche conto della fornitura di cibo. Queste linee consigliano (non richiedono) l’adozione di una percentuale di prodotti biologici, tenendo conto dell’origine dei prodotti, la preferenza per i prodotti con ...

Reportage sulla Svizzera: si parte per un tour di Food blogger pre-Expo 2015!

Suisse Expo2015
Ho partecipato a un “Tour di Food blogger” in Svizzera il weekend dal 21 al 23 febbraio, organizzato da Presenza Svizzera – l’organismo incaricato del coordinamento del Padiglione Svizzero per l’Esposizione universale 2015 di Milano – questo road-treno trip aveva come obiettivo promuovere la gastronomia e il territorio svizzero presso dei “social network” italiani. E per la mia prima volta in Svizzera, ero in compagnia di altri nove “food blogger” italiani molto simpatici e pieni di talento (gestivano blog di cucina, di cultura culinaria o gastronomica – potete trovare la lista dei loro blog alla fine dell’articolo), tutti con i loro smartphone. Siamo partiti alla scoperta della Svizzera, della sua cucina e dei legami con il territorio: nel menu non c’erano fondute né raclette, ma dei begli incontri con dei super chef, delle spiegazioni sull’origine dei prodotti, la presentazione dell’agricoltura locale, delle visite turistiche, delle degustazioni… l’accoglienza è stata molto ...

8 marzo: donne e uomini, dati più signicativi agricoltura e alimentazione

alimentazione agricoltura donne
  Le donne giocano un ruolo fondamentale nel rispondere alla domanda principale che sarà posta durante i sei mesi dell’Esposizione Universale 2015: “E’ possibile assicurare a tutta l’umanità un’alimentazione sufficiente, sana, di qualità e sostenibile?”. Sono donne agricoltori, che spesso hanno maggiori difficoltà ad accedere alle risorse rispetto agli uomini, sono spesso delle madri ancora principalmente incaricate di preparare il pranzo alla famiglia, è una parte della popolazione che maggiormente soffre delle malattie legate all’alimentazione… Il programma alimentare mondiale stima che dare maggior potere e risorse alle donne permetterebbe di diminuire di 100-150 milioni il numero di persone che soffrono la fame nel mondo. Un progetto interessante da scoprire nella prospettiva dell’Esposizione Universale è il progetto Women for Expo  che mira ad informare sul ruolo delle donne e a sostenere progetti indirizzati ad una maggiore autonomia di queste ultime. Il sito, purtroppo, è disponibile sono in inglese. Pour approfondir : Donne: ...

Città resilienti: sfida alimentare e agricola

Agriculture Agricoltura città resilienti Expo2015
La questione della sostenibilità all’interno delle aree urbane rappresenta un problema sempre più reale e di estrema attualità. Basti pensare che il 53% della popolazione mondiale vive in città e il numero è in costante crescita[1]. Va da sé che la sfida di questo secolo sarà proprio riuscire a garantire l’accesso a cibo sufficiente per delle città sempre più popolose. L’obiettivo dell’Expo 2015 sarà anche provare a fornire delle risposte concrete a queste domande. Il convegno a cui ho assistito martedì 20 gennaio, organizzato da Roma capitale, dal titolo “Agricoltura e cibo per le città resilienti”, ha illustrato l’importanza dell’agricoltura e del cibo come parti integranti del contesto urbano, sottolineando la stretta relazione tra lo sviluppo sostenibile e la resilienza, ossia la capacità di rispondere agli shock in maniera innovativa e sostenibile. Sono state anche presentate le diverse esperienze di alcune grandi città italiane, che aprono la strada verso sistemi ...

Gli ultimi limoni del lago di Garda

Food diversity Expo2015 lemon
Oggi, vi presentiamo un articolo scritto da Jeremi, un amico francese, appassionato delle tematiche ambientali, (in particolare quelle energetiche) e creatore del blog « Environnement et énergie » (ambiente ed energia). Per il nostro blog, si è interessato di una questione fondamentale che non possiamo evitare quando si parla di sostenibilità alimentare e di agricoltura: il problema dell’erosione della diversità alimentare e agricola. Molto recentemente, un rapporto dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO), ha sottolineato quanto sia essenziale preservare questa diversità per adattarsi ai cambiamenti climatici.  Jeremi ci presenta il caso dei limoni del lago di Garda, una zona molto vicina al futuro sito dell’Esposizione Universale!  Buona lettura! Poca gente ne ha conoscenza, ma fino all’Ottocento, le vicinanze del lago di Garda in Italia costituivano uno dei posti più settentrionali al mondo dove si coltivavano limoni. Questa particolarità, combinata a una cura speciale volta ad incrociare diverse varietà di frutti, ...

L’Orto in Tasca: la tecnologia promuove la sostenibilità agricola e alimentare?

Orto in tasca
Intervista a Eva de Marco de L’Orto in Tasca, applicazione italiana per Smartphone di geolocalizzazione dei produttori e delle aziende di prodotti agricoli e alimentari locali. Un po’ di tempo fa ho scoperto, grazie a Facebook, un ‘interessante progetto: l’Orto in Tasca, un’applicazione per smartphone di geolocalizzazione di produttori e di mercati di prodotti locali. Incuriosita da quest’idea, ho contattato la fondatrice di tale progetto per proporle un’intervista. Ne è nata una piacevole chiacchierata in cui ho scoperto che la tecnologia può essere un utile strumento di promozione della sostenibilità anche in campo agricolo. Se il fatto di mangiare locale, biologico, solidale è sempre più valorizzato tra la gente e sarà inoltre uno dei temi sviluppati dai numerosi padiglioni nell’ambito dell’Expo 2o15, mantenere concretamente tale stile di vita, è tutta un’altra cosa…soprattutto quando si abita in città: dove rifornirsi e a quale prezzo? E la tecnologia può giocare un ruolo ...

Tradizioni alimentari,società e sostenibilità: zoom sulla Panarda 11

Panarda
L’Esposizione Universale 2015, in cui circa 147 Paesi saranno rappresentati, permetterà di scoprire diverse culture alimentari, le rispettive storie, ma anche il rapporto con il nutrimento delle società e le loro evoluzioni. Parlare di sostenibilità della nostra alimentazione, come cerchiamo di fare nel nostro blog, significa anche parlare dell’aspetto sociale e culturale di quest’ultima. In particolare, l’organizzazione dei pasti, i momenti di celebrazione attorno all’alimentazione riflettono bene i valori delle diverse società: il rapporto con la scarsità di risorse, il posto lasciato alla condivisione, le disuguaglianze, il rapporto con il territorio. Oggi faremo uno zoom sulla Panarda, secolare tradizione di gran parte del territorio abruzzese, illustrato da Raffaello, che ci ha contattato qualche settimana fa.  Grazie Raffaello! Juliette, Laura e Lucia La storia della civiltà contadina resta da sempre collocata in ambiti circostanziali, entro schemi identitari, nelle tradizioni e in quel coacervo di regole di vita che affondano le radici ...

Reportage a Torino per il Salone Internazionale del gusto e Terra Madre 2014: un pre-assaggio d’Esposizione Universale 2015? 3

TeamBlog Nutriilpianeta Salonedelgusto
Io e Juliette ci siamo trovate a Torino in una bella giornata di sole, il 24 e 25 ottobre in occasione del Slone Internazionale del gusto-Terra Madre 2014. Questo salone, che è alla sua decima edizione, è organizzato dall’associazione Slow Food, una volta ogni due anni dal 1996. Il tema di questa edizione era centrato su due aspetti principali[1]: la salvaguardia della biodiversità alimentare e l’importanza dell’agricoltura familiare, essendo il 2014 l’anno internazionale di quest’ultimo. Giusto per ricordare, l’associazione Slow Food è stata creata da Carlo Petrini in Piemonte, nel 1986 (inizialmente con il nome di Arcigola), in seguito si è internazionalizzata nel 1989 attraverso la firma di un manifesto contro la follia universale della “fast-life” e per la salvaguardia del piacere e il rispetto dell’ambiente. E nel 2014, il salone internazionale del gusto è stato: Molti visitatori. Nel 2014 ci furono 220.000 visitatori (più o meno come in 2012)[2] 5 giorni interi di ...

Dieci consigli per lottare contro lo spreco alimentare 2

Food waste-Expo 2015
In occasione della giornata dell’alimentazione del 2014, vi proponiamo quest’articolo speciale sullo Spreco alimentare, un tema, questo, a cui teniamo particolarmente e che sarà inoltre al centro dell’Esposizione universale del 2015. In Francia poi, paese d’origine di due membri del gruppo del blog (tra cui io), è la giornata nazionale delle lotta contro lo spreco alimentare! Buona lettura! Lasciate i vostri commenti Lucia Le sfide: « Un terzo della produzione alimentare destinata al consumo umano nel mondo, viene perso o sprecato, che rappresenta circa 1,3 miliardi di tonnellate all’anno» Fonte: FAO « 805 milioni di persone colpite da denutrizione cronica nel 2012-2014 » Fonte: FAO Anche trattandosi di perdite alimentari che possono verificarsi durante la catena logistica, si tende a pensare che a livello individuale, non si possa fare granché, a parte favorire il cibo locale e incoraggiare le politiche che propongono di dare la priorità a questo tema sulla scena ...

Diplomazia alimentare e sostenibilità

Diplomazia alimentare Expo2015
Giovedì 25 settembre ho assistito al workshop “Expo 2015 and food diplomacy”, in una bellissima villa romana a due passi da via Veneto: Villa Maraini, che ospita l’Istituto Svizzero a Roma. E’ stata una settimana ricca di eventi nell’ambito dell’iniziativa “Giro del Gusto”, una settimana all’insegna di conferenze, tavole rotonde, serate di degustazioni tipiche svizzere, volta a pubblicizzare la partecipazione svizzera all’Expo 2015. Anche Lucia ha partecipato ad una serata in cui ha assistito ad una conferenza su “Gestione collettiva del territorio e sicurezza alimentare: Esperienze storiche e prospettive future”  (vi parleremo di questo tema prossimamente). Ha passato, poi, una magnifica serata di musica in compagnia dell’equipe del Padiglione svizzero. Mi ha raccontato che durante questa serata ha potuto percepire già un po’ di atmosfera dell’Esposizione Universale a Roma e in particolare dei momenti di dialogo e di dibattiti appassionati, nei begli incontri fatti, ma anche nei momenti di festa. ...