Milano verso Expo 2015

A Milano si sta già assaporando un po’ di Esposizione Universale!

Prima di tornare a Roma, ho passato 4 giorni a Milano a fine marzo. Era da poco più di sei anni che non tornavo in questa città e l’ultima volta non parlavo nemmeno italiano! Accolta da Juliette, abbiamo cercato di incontrare gli attori che si stanno già preparando all’Expo 2015 e di immergerci nell’ atmosfera della città. E che dire: è stato un programma molto intenso e ricco!
Concordo con il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, il quale ha affermato, in occasione di una conferenza all’inizio di marzo, che “chiunque venga a Milano scopre una città già cambiata”, e certamente una città che offre già un piccolo assaggio di Esposizione universale.

Milano è in ebollizione, i temi dell’Expo sono in primo piano, ma le sfide restano ancora tante. Trasporti, lavori, opposizioni ai progetti…Tuttavia, da buona ottimista incallita quale sono, credo che l’inventiva, la reattività e soprattutto la gentilezza italiana possano prevalere e affrontare qualsiasi tipo di sfida. In ogni caso lo spero, poiché i temi dell’alimentazione e dell’agricoltura che sono al cuore dell’Expo 2015, lo meritano.

Piccolo riassunto della mia visita in foto!  Buona lettura e buona visione.

Lucia

L’Expo 2015 già molto presente in tutta la città

L’Expo è ovunque: nelle vie, sui cartelloni pubblicitari, nei bar e sulle macchine elettriche in libero servizio! La città si trasforma e questo si vede, in particolare per il numero dei lavori in corso.

Milano Expo 2015

La tematica dell’alimentazione già molto valorizzata

L’alimentazione è già al cuore del programma di eventi della città. Nel corso della mia visita, ho potuto assistere a un intenso programma di conferenze, di incontri, animazioni caratterizzati da un pubblico numeroso:

  • Cibo a regola d'arte Expo2015“Cibo a regola d’Arte”, è un evento che si è tenuto dal 14 al 22 marzo nel centro città, che proponeva corsi di cucina, animazioni, conferenze, degustazioni con il partenariato dell’Expo 2015. Siamo andate insieme a Juliette ad un incontro tra lo chef Carlo Cracco e Matteo Gatto, responsabile degli spazi tematici per l’Expo 2015: sala piena, dibattito molto interessante e degustazioni! 

cibo e regola d'arte

  • Mozzarella Eataly Expo2015Apertura del nuovo “Eataly”, il tempio del cibo e della cultura gastronomica italiana! Eataly è una catena di negozi aperti un po’ dappertutto in Italia dal 2004. Diffusosi anche all’estero e molto presto a Parigi, vende l’insieme dei prodotti e delle specialità italiane su più piani, propone dei corsi di cucina privilegiando la qualità e quand’è possibile, il locale. Ho potuto incontrare una persona che lavora per Slow Food Italia e incrociare molto brevemente il figlio del creatore di Eataly, Alessandro Farinetti, che è stato brillante, anche se molto occupato dal lancio del negozio. Poi ne ho approfittato per degustare una mozzarella a chilometro zero.

Eataly Smeralda Milano Expo2015

E la prossima settimana era previsto il salone sul consumo responsabile “ Fa la cosa giusta”.

fa la cosa giusta

Poster della fiera del consumo responsabile nella metropolitana – e proprio accanto alla pubblicità dei Tuc…

Durante la mia visita, ho trovato, tuttavia, che i prodotti agricoli sono meno trattati. E quindi è impossibile parlare di alimentazione senza parlare di agricoltura – le due cose sono indissociabili.

Dei belli incontri e un’accoglienza tutta italiana

Fondazione Triulza Milano Expo2015

La fondazione ha i suoi uffici in una antica area aziendale, ora spostata a nord di Milano, a Sesto San Giovanni.

La mia partenza  è stata decisa all’ultimo minuto, e ho inviato qualche e-mail per prendere degli appuntamenti senza crederci troppo. E come spesso accade, ne sono rimasta positivamente sorpresa: abbiamo potuto incontrare numerosi attori impegnati direttamente o indirettamente sull’Expo 2015 o sulle sue tematiche, in particolare: una persona che lavora a Slow Food Milano, una persona della Fondazione Triulza incaricata del futuro padiglione della Società Civile, due persone della Società Expo Spa durante una conferenza. Anche Juliette ha potuto brevemente incontrare il Commissario francese che era di passaggio a Milano per visitare i cantieri e la futura installazione del padiglione Francia.

Una serie di sfide da raccogliere per la città.

  • Trasporti

Ho potuto scoprire abbastanza rapidamente girando per il centro che, come tutte le grandi metropoli, anche Milano soffre già la congestione dei suoi trasporti pubblici.

Metro Milano di mattinà Expo2015

L’Expo 2015 sarà dunque una sfida reale. In effetti, sono attesi da100 000 a più di 200 000 visitatori al giorno[1] e l’Expo non è situato al centro della città ma in periferia nord-ovest di Milano, nella zona di Rho.

Dove sarà l'Expo 2015?

E i lavori in corso subiscono i ritardi. In particolare la nuova linea 4 della metro che doveva permettere di collegare l’aeroporto di Linate alla città. I lavori che permetteranno alle linee dell’alta velocità di collegare l’aeroporto principale di Milano, Malpensa, dovranno terminare in tempo, secondo il ministro dei trasporti Maurizio Lupi[2].

Più avanti dedicheremo un intero articolo alla tematica dei trasporti sostenibili per l’Expo 2015.

  • Movimenti di opposizione 

Durante la mia visita a Milano, circa 70 deputati e alcuni eletti del movimento “cinque stelle” (maggiori informazioni sul movimento in grande crescita in Italia, sulla pagina Wikipedia dedicata) hanno visitato il cantiere dell’Expo 2015. Il movimento denuncia in particolare “ i lavori inutili, i costi spropositati, l’utilizzo del suolo, lo spreco, l’impatto ambientale e i danni sulla salute, nonché gli interessi delle lobbies”.

Screenshot del sito

Screenshot del sito

Il progetto di riabilitazione dei canali e delle vie fluviali di Milano “progetto delle vie d’Acqua”, ad esempio, che dovrebbe permettere di deviare un canale d’acqua fino al sito dell’Expo, è oggetto di aspre critiche da parte di alcune associazioni ambientali. I lavori sono stati sospesi al fine di riprendere la concertazione.

No Expo2015

Malgrado le sfide e le difficoltà che attendono la città nell’ambito della preparazione all’Expo 2015, sono tornata molto motivata e impaziente di visitare l’Expo il prossimo anno. Appuntamento preso per maggio 2015 e, forse, anche prima per rifare un piccolo giro di Milano, la città in cui già si assapora il gusto dell’esposizione universale ;) !

Lucia


[1] Fonte : Conferenza « Sviluppo urbano e nuova mobilità » del 2 dicembre 2013 organizzato dalla fondazione Corriere della Sera all’interno di un ciclo di conferenze legato all’Esposizione Universale.

[2] Articolo del 25 marzo 2014 dal sito ufficiale personale di Maurizio Lupi

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn

Leave a Reply