Esposizione Universale Milano 2015: facciamo la storia!

Storia Expo2015
Nutrire il pianeta: energia per la vita: “L’Expo 2015 non è una fiera come tutte le altre. Per affascinare il mondo intero, dobbiamo essere garanti della nostra grande storia”   Queste parole, pronunciate il 10 marzo 2014 dal Commissario del Governo Italiano per l’Expo, Giuseppe Sala, descrivono perfettamente la portata della sfida: far sì che l’Esposizione Universale 2015 di Milano lasci un’impronta nella storia. E questo non può compiersi senza una partecipazione attiva della società civile: NOI, VOI. In particolare i milanesi e gli italiani, ma più ampiamente, ogni cittadino nel proprio Paese. La sfida delle sfide: lasciare un’eredità immateriale Le esposizioni universali sono principalmente conosciute dal grande pubblico per i loro lasciti architetturali: dalla Tour Eiffel a Parigi, allo Space Needle di Seattle. Ora, nel 2015, l’Italia e Milano, si pongono, come obiettivo, che l’esposizione universale lasci in primo luogo un’eredità immateriale e rappresenti una tappa chiave nella nostra ...

Brunch sostenibile:golosità, località, pazienza e coraggio al menù

brunch me up
Intervista di Matthias Behar, CEO di Brunch Me Up.  Matthias ha 25 anni e lavora da piú di un anno alla creazione di un’impresa di consegna di brunch a domicilio nella città di Aix en Provence. Il funzionamento della sua azienda si inserisce anche in una prospettiva di sviluppo sostenibile. Come conciliare, allora, il piacere di assaporare un brunch con l’alimentazione sostenibile? Ecco un’intervista che vi permetterà di saperne di piú! Come hai avuto l’idea di mettere in pratica questo tipo di impresa? Era una domenica mattina, a Lille, faceva freddo e il mio frigo era vuoto. Ci è venuta allora l’idea di andare a fare un brunch con degli amici, ma era impossibile trovare un posto: tutto era pieno. Ho realizzato che c’era un mercato sulla consegna a domicilio di brunch. Quali sono i principali ostacoli che hai dovuto affrontare per la realizzazione del tuo progetto? Prima di tutto ...

Flash sull’attualità dell’Expo 2015

Flash Actu 2
Da venerdì 21 a venerdì 28 febbraio 2014  Buona lettura e buon fine settimana, con tanti festeggiamenti per il carnevale e con buone cose da mangiare! Lucia Citazione della settimana: “Expo Milano 2015 non vuole essere solo una vetrina e non sta concentrando le proprie energie e le proprie risorse nella costruzione di monumenti architettonici: vogliamo che da questo evento resti un lascito immateriale ed etico, a nostro avviso prioritario, con nuovi scenari per affrontare le sfide alimentari del prossimo millennio.”, Giuseppe Sala, Commissario Unico del Governo per Expo Milano 2015, 27 febbraio, Vaticano[1]. # Italia Il nuovo Presidente del consiglio, Matteo Renzi ha affermato che « l’Expo 2015 deve essere un grande traino per il Paese» e che « Milano e’ sicuramente un pezzo di riferimento del futuro che vogliamo» durante il suo intervento al Senato il 24 febbraio[2]. Il nuovo ministro dell’agricultura italiano, Maurizio Martina, durante il suo intervento alla ...

Intervista a Wakao Hanaoka, di Greenpeace Giappone

Imagine del sito web di Greenpeace Giappone
“La combinazione tra l’eccessivo sfruttamento della pesca, la distribuzione e il consumo sconsiderati costituisce il principale problema, in Giappone” Abbiamo approfittato della partenza della mia coinquilina e amica giapponese Mari, che ha lavorato qualche anno presso Greenpeace in Giappone e che ha seguito il nostro progetto del blog, per chiederle di ricontattare i suoi vecchi colleghi. Detto, fatto! Grazie Mari! Il responsabile della Campagna “Oceani” ci ha fatto un piccolo rapporto molto completo, in inglese, sulla situazione della pesca e del consumo di pesce in Giappone, sottolineando le difficoltà di promuovere una pesca più sostenibile e di sensibilizzare i giapponesi nelle loro abitudini di consumo. La catastrofe di Fukushima sembra, tuttavia, aver cambiato un po’ la situazione. Altra informazione interessante: se l’Expo 2015 ha come obiettivo una copertura mediatica sempre più ampia in Italia (ieri ho notato che i negozi turistici cominciano a vendere dei set di tazze da caffè ...

Flash sull’attualità dell’Expo 2015

Point Actu 1 - Expo2015
Da venerdì 14 a venerdì 21 febbraio 2014  Questo piccolo flash sull’attualità, il cui ritmo varierà a seconda delle notizie, seguirà le maggiori novità nella preparazione dell’Expo, focalizzandosi sugli aspetti legati allo sviluppo sostenibile e alle tematiche dell’alimentazione e dell’agricoltura sostenibile. Buona lettura! Lucia Citazione della settimana: “Expectations are growing day by day”, Vicente Gonzales Loscertales, Segretario Generale dell’Ufficio Internazionale delle Esposizioni a proposito dell’Expo, Bergamo, 20 febbraio #Preparazione dell’Expo Riunione dei partecipanti ai Cluster dell’Expo a Bergamo, il 19 e il 20 febbraio: 295 delegati provenienti da 72 Paesi del mondo, erano presenti per andare avanti nella realizzazione dei cluster, questi spazi tematici che collegheranno i Paesi attorno ad un tema comune (agricoltura e nutrizione nelle zone aride; Caffè, il motore delle idee …). Più sostenibile: la società Expo2015 ha annunciato di voler fissare come obiettivo il raggiungimento dell’84%  nella raccolta differenziata dei rifiuti, durante l’Expo.[1] #Attualità dai partecipanti Francia: ...

Il politeismo alimentare: l’era del consumo eclettico e i suoi paradossi

Polythéisme alimentaire
Ho avuto la fortuna, il 20 gennaio a Milano, di assistere alla conferenza di Giuseppe De Rita, famoso sociologo italiano e presidente del Censis (Centro Studi Investimenti sociali) sul tema del politeismo alimentare nell’ambito del ciclo di conferenze intitolato  “Convivio, a  tavola tra cibo e sapere”, organizzato dalla Fondazione Corriere della Sera. Giuseppe De Rita ha cominciato il suo intervento ponendo l’accento sul fatto che il rapporto con il cibo è un elemento essenziale nella sociètà. Infatti, il cibo e le sue modalità di consumo riflettono anche il meccanismo di trasformazione di una società. Dopo la fine della seconda guerra mondiale, periodo durante il quale il cibo era prezioso e molto poco vario, il trend della crescita economica si accompagna, tra gli anni 50 gli inizi degli anni 60, ad un forte incremento del consumo di cibo: consumo abbondante in quantità disponibili a tutti. A partire degli anni settanta, invece, ...

Expo Universale 2015: attiviamoci per un’ agricoltura e un’ alimentazione sostenibili

Lu - Banner simple
L’Esposizione Universale 2015: una formidabile occasione di informare, sensibilizzare e mobilitare la gente intorno ai temi dell’agricoltura e dell’alimentazione sostenibili. L’Esposizione universale del 2015 avrà luogo in Italia a Milano sul tema “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. Ad oggi, più di 140 Paesi hanno già confermato la loro partecipazione all’Expo che si terrà dal primo maggio al 31 ottobre 2015. L’alimentazione, il consumo, l’agricoltura e i sistemi di produzione saranno al centro di questo evento in cui si prevede che l’Italia accoglierà circa 20 milioni di visitatori. L’Expo costituisce dunque una formidabile occasione di informare, sensibilizzare, e coinvolgere le persone attorno ai temi dell’alimentazione, della produzione, del consumo e dell’agricoltura sostenibili. In particolare, il 2015 sarà un anno cruciale per il pianeta poiché rappresenta il traguardo che si sono poste le Nazioni Unite per raggiungere gli obiettivi del millennio per lo sviluppo, di cui il primo è “ridurre l’estrema povertà e ...

L’agriturismo, un bel modo di scoprire la cultura agricola e gastronomica di una regione!

DSC_0030
L’agriturismo è una forma di turismo alternativo che permette la scoperta di un territorio agricolo e che permette di uscire dai sentieri battuti per scoprire un paesaggio e delle competenze spesso fuori dal comune. L’agriturismo in Italia, cos’è? L’agriturismo ricopre l’insieme delle attività turistiche praticate all’interno di un’azienda agricola in attività, dopo aver ottenuto le autorizzazioni necessarie. In Italia, l’agriturismo è regolato da una legge speciale, la legge del 20 febbraio 2006 n. 96. Quest’ultima elenca le attività agrituristiche che possono essere gestite da un’azienda agricola: Il pernottamento; La ristorazione, principalmente costituita da prodotti realizzati o coltivati dall’azienda stessa, o da prodotti di imprese agricole vicine; La degustazione di prodotti, tra cui la quella di vini; L’organizzazione di attività di piacere, culturali, pedagogiche, o di pratiche sportive. La legge nazionale è poi precisata da un quadro normativo regionale più o meno stretto. Un crescente successo. Questa forma di turismo rurale ...