Tastevere km0: dal campo al piatto, gioia e pedagogia insieme. Intervista di Giuseppe, co-proprietario

Intervista tastevere locale stagione km0 rOma
Mangiare e bere locale, riscoprire i sapori dei prodotti di una volta preparati a base di prodotti freschi e di stagione, discutere direttamente con i produttori del loro mestiere e dell’origine dei prodotti. E’ possibile e l’abbiamo fatto per voi a “Tastevere Km0” a Roma. L’altra sera, io e Lucia ci siamo ritrovate a fare l’aperitivo in uno dei pittoreschi angoli di Trastevere, proprio accanto a Piazza Trilussa. Non è un locale come gli altri: qui vendono frutta, verdura e prodotti tipici del Lazio e servono degli aperitivi, preparati al momento con salse e salumi fatti solo con prodotti locali, di stagione e a kilometro 0. Ci siamo così ritrovate a gustare un saporito tagliere di crostini e salumi e a fare un’intervista ad uno dei proprietari, Giuseppe il quale, insieme a Luca gestisce il locale. Il resto del team è composto da giovani ragazzi che si alternano al banco. ...

Reportage sulla Svizzera: si parte per un tour di Food blogger pre-Expo 2015!

Suisse Expo2015
Ho partecipato a un “Tour di Food blogger” in Svizzera il weekend dal 21 al 23 febbraio, organizzato da Presenza Svizzera – l’organismo incaricato del coordinamento del Padiglione Svizzero per l’Esposizione universale 2015 di Milano – questo road-treno trip aveva come obiettivo promuovere la gastronomia e il territorio svizzero presso dei “social network” italiani. E per la mia prima volta in Svizzera, ero in compagnia di altri nove “food blogger” italiani molto simpatici e pieni di talento (gestivano blog di cucina, di cultura culinaria o gastronomica – potete trovare la lista dei loro blog alla fine dell’articolo), tutti con i loro smartphone. Siamo partiti alla scoperta della Svizzera, della sua cucina e dei legami con il territorio: nel menu non c’erano fondute né raclette, ma dei begli incontri con dei super chef, delle spiegazioni sull’origine dei prodotti, la presentazione dell’agricoltura locale, delle visite turistiche, delle degustazioni… l’accoglienza è stata molto ...

Ottimi motivi per dar vita ad un orto domestico!

herb garden
Un fenomeno in piena crescita che potrebbe riguardare anche voi! Avete mai pensato a quanto sarebbe bello poter raccogliere frutta e verdura direttamente dal vostro giardino, o addirittura dal vostro balcone, senza bisogno di recarsi al supermercato? La comodità di possedere un orto domestico non ha prezzo. E la tendenza attuale in Italia e nel mondo lo dimostra. Secondo la Confederazione Italiana Agricoltori (CIA), un numero sempre crescente di italiani coltiva stabilmente piante di erbe aromatiche e verdure (pomodori, zucchine, lattuga) sul proprio balcone; in particolare nell’ultimo anno la percentuale è aumentata del 9 % passando da 4,5 milioni a 4,9 milioni, quindi 8% della populazione italiana. Questa pratica, oltre a garantire la provenienza dei prodotti, permette di risparmiare ben il 10 % sulla spesa mensile di frutta e verdura[1]. Realizzare un proprio orto in casa non è solo un vantaggio e un modo per approvvigionarsi almeno dei prodotti più ...

Brunch sostenibile:golosità, località, pazienza e coraggio al menù

brunch me up
Intervista di Matthias Behar, CEO di Brunch Me Up.  Matthias ha 25 anni e lavora da piú di un anno alla creazione di un’impresa di consegna di brunch a domicilio nella città di Aix en Provence. Il funzionamento della sua azienda si inserisce anche in una prospettiva di sviluppo sostenibile. Come conciliare, allora, il piacere di assaporare un brunch con l’alimentazione sostenibile? Ecco un’intervista che vi permetterà di saperne di piú! Come hai avuto l’idea di mettere in pratica questo tipo di impresa? Era una domenica mattina, a Lille, faceva freddo e il mio frigo era vuoto. Ci è venuta allora l’idea di andare a fare un brunch con degli amici, ma era impossibile trovare un posto: tutto era pieno. Ho realizzato che c’era un mercato sulla consegna a domicilio di brunch. Quali sono i principali ostacoli che hai dovuto affrontare per la realizzazione del tuo progetto? Prima di tutto ...