Expo 2015: qual è il bilancio e qual è la risposta al tema: “Nutrire il pianeta: energia per la vita”

Expo2015 bilan bilancio
L’Esposizione Universale di Milano 2015 ha permesso di mettere in risalto il tema “nutrire il pianeta”, ovverosia le tematiche legate a un’alimentazione e un’agricoltura piú sostenibili? Sono state lanciate delle azioni concrete per far fronte a questa sfida? Gli Stati, le associazioni, le imprese, i cittadini sono stati sensibilizzati e sono diventati protagonisti del cambiamento? Quest’articolo offre una risposta e qualche nostro avviso sul tema, sicuramente soggettivo, ma per lo meno abbiamo seguito abbastanza la tematica in questi mesi. Buona lettura! Lucia 1) L’Esposizione Universale 2015: cos’è stata in breve? Un successo in termini di affluenza Obiettivo raggiunto: l’obiettivo fissato di 20 milioni di visitatori sui sei mesi di Esposizione Universale è stato sorpassato. Piú di 21 milioni di persone sono state registrate. E in effetti, in quest’ultimo mese i visitatori hanno dovuto fare la coda per molte ore per entrare nei padiglioni piú famosi. In questo numero totale non c’è ...

Nutrire le città in modo sostenibile – Come ha colto la sfida la cittá di Lione? Intervista a Lilian Pellegrino

Nourrir les villes -URBACT
Come si mobilitano localmente le città per rispondere alla sfida crescente di nutrire i cittadini in modo sostenibile quando è previsto che i 3/4 della populazione mondiale vivra nelle aree urbane dal 2050? Quali strategie, quali protagonisti, quali mezzi per una politica alimentare ambiziosa al livello del territorio? Lilian Pellegrino, responsabile del progetto europeo URBACT II (Alimentazione sostenibile nelle zone urbane), all’interno della municipalità di Lione, ha gentilmente accettato di rispondere ad alcune mie domande descrivendo l’esperienza della città di Lione. Quest’ultima ha partecipato al programma URBACT durante il periodo fine 2012-metá 2015. Tale programma riunisce dieci città europee che mirano a promuovere un sistema alimentare responsabile. Che cos’è esattamente il programma URBACT sull’alimentazione sostenibile nelle zone urbane? Questo programma consiste in una rete di scambio tra le città europee aventi come obiettivo la definizione di buone pratiche per un’alimentazione sostenibile e la messa in opera di piani d’azione concreti ...

Augurio per il 2015: un anno a favore del pianeta! #Expo2015 #Paris2015 #OSM

2015 Expo2015 COP21 OMD
Eccoci già a gennaio 2015! Tra un mese il nostro blog compirà un anno. Io, Juliette e Laura siamo veramente molto felici di esserci lanciate in quest’avventura, anche se non è sempre facile, dal momento che facciamo tutto in modo volontario e, in aggiunta, abbiamo tutte il nostro lavoro da portare avanti – ecco perché siamo state assenti in dicembre. Ma il bilancio resta più che positivo: incontri interessanti, un aumento di conoscenze sul tema della sostenibilità della nostra alimentazione e dell’agricoltura, nonché il moltiplicarsi della nostra voglia di imparare. Ma allora, che cosa ci auguriamo per il 2015? Per quanto riguarda il blog, ci auguriamo di continuare a farci conoscere! Non esitate a condividere il link del nostro blog e a contattarci se avete delle idee di articoli da scrivere, dei contatti o la semplice voglia di partecipare. E in generale, desideriamo che il 2015 sia un anno per ...

Il dibattito intorno all’Expo 2015 – capitolo 1: “Il fututo della società tra beni collettivi e nuove disuguaglianze”

image article
Per rientrare nell’atmosfera dell’Expo, dopo la pausa estiva, sono andata, mercoledì 3 settembre, ad una conferenza del saggista americano, Jeremy Rifkin, specialista in campo economico e scientifico. E’ stata una conferenza che porta alla luce alcune delle tematiche principali del nostro blog, ovvero l’agricoltura e l’alimentazione sostenibili, ma che si inserisce anche all’interno di un tema importante che affronteremo di seguito, ovvero quello della sostenibilità dell’Expo e del dibattito che lo circonda. A questo proposito: come fare per promuovere una transizione verso un modello economico più sostenibile e più efficiente nel modo di consumare le risorse? L’intervento di J. Rifkin si inserisce nel quadro di una delle quattro assi di ricerca del  Laboratorio Expo[1], che è un progetto dell’Expo Milano 2015 e della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, concepito da Salvatore Veca. Questo percorso di ricerca, centrato sulla sociologia urbana è intitolato “città umana: possibili scenari futuri tra la città intelligente e ...

Intervista alla Fondazione Triulza o come si organizza la società civile per l’Expo 2015

Interview Sergio Silvotti - Civil society pavillon Expo 2015
Durante la settimana del Salone del Mobile a Milano, ho avuto l’occasione di assistere a una conferenza organizzata dalla Fondazione Triulza sul tema “Can Design be social ?“dove ho avuto il piacere di incontrare e conoscere il Presidente della stessa fondazione, il Sig. Sergio Silvotti, il quale mi ha gentilmente concesso di fargli un’intervista il successivo 8 maggio. È importante sottolineare il carattere innovativo di quest’expo 2015, in occasione del quale, per la prima volta, verrà allestito un padiglione dedicato a rappresentare la società civile. Sergio Silvotti ha risposto alle mie domande con grande spontaneità, trasparenza, e ottimismo: buona lettura! Juliette Quali sono le origini e i principi della Fondazione Triulza? Quali sono i suoi principali obiettivi? La Fondazione Triulza nasce al termine di un percorso che inizia nel 2011 quando la Società Expo annuncia la presenza di un padiglione della società civile, e cerca qualcuno per la sua gestione. ...

Esposizione Universale Milano 2015: facciamo la storia!

Storia Expo2015
Nutrire il pianeta: energia per la vita: “L’Expo 2015 non è una fiera come tutte le altre. Per affascinare il mondo intero, dobbiamo essere garanti della nostra grande storia”   Queste parole, pronunciate il 10 marzo 2014 dal Commissario del Governo Italiano per l’Expo, Giuseppe Sala, descrivono perfettamente la portata della sfida: far sì che l’Esposizione Universale 2015 di Milano lasci un’impronta nella storia. E questo non può compiersi senza una partecipazione attiva della società civile: NOI, VOI. In particolare i milanesi e gli italiani, ma più ampiamente, ogni cittadino nel proprio Paese. La sfida delle sfide: lasciare un’eredità immateriale Le esposizioni universali sono principalmente conosciute dal grande pubblico per i loro lasciti architetturali: dalla Tour Eiffel a Parigi, allo Space Needle di Seattle. Ora, nel 2015, l’Italia e Milano, si pongono, come obiettivo, che l’esposizione universale lasci in primo luogo un’eredità immateriale e rappresenti una tappa chiave nella nostra ...